Idee per illuminare il soggiorno

Non c’è dubbio che il soggiorno sia una delle stanze chiave di ogni casa: luogo di passaggio, ambiente deputato all’accoglienza degli ospiti e al relax in famiglia, vede concentrarsi su di sé un gran numero di attività.
Data la sua importanza e versatilità, è bene che il soggiorno sia adeguatamente valorizzato, a partire dall’illuminazione.

Per dare una nuova luce a questa stanza, bastano poche e semplici accortezze: se infatti ogni soggiorno è diverso dall’altro e necessiterebbe di una soluzione ad hoc, ci sono alcune regole fondamentali alle quali ogni progetto di illuminazione dovrebbe attenersi.

Ecco di seguito 6 idee per illuminare il vostro soggiorno al meglio. 

Luce Uniforme

I lampadari pendenti non sono la sola possibilità che avrete per illuminare la vostra stanza. Sebbene in certi contesti si rivelino ancora degli ottimi alleati per ottenere un buon effetto, al momento sono presenti in commercio molte alternative più funzionali. Se per esempio cercate una più uniforme distribuzione della luce, i faretti a incasso sono quello per cui dovreste optare, basterà semplicemente consultare un elettricista per adattare il vostro soffitto a questa soluzione.

Temperatura di colore

Una domanda da porsi prima di acquistare delle lampadine è: che luce voglio dare al mio soggiorno? O meglio, quale temperature di colore devo scegliere? Non c’è una regola, si va in base al gusto. C’è chi preferisce un’illuminazione sui toni del giallo (corrispondente a 2700K-3500K) perché crea un’atmosfera più confortevole e perché meglio si adatta ai mobili in legno che di solito si trovano in salotto. Quanti si rifanno a un trend più moderno, invece, prediligono una luce più bianca (dai 4000 ai 4500K) tale da creare un ambiente più arioso ed energizzante.

Soluzioni mirate

Un altro fattore da tenere in considerazione sono le attività che si praticano in salotto. Per far sì che le si possa svolgere al meglio, oltre all’illuminazione generale d’ambiente si possono aggiungere, dove necessario, altri punti luce necessari per viverlo appieno, come lampade da terra o da tavolo.

Wall washing

Per stupire i vostri ospiti perché non esaltare con la luce le bellezze del vostro soggiorno? I punti di forza dei muri, per esempio, possono essere valorizzati tramite il wall washing.

Uplighting

Un altro intervento che garantirà l’effetto sorpresa è l’uplighting. Esso consiste nell’utilizzo di apparecchi in grado di dirigere la luce verso l’alto. In genere viene usato per illuminare soffitti alti o a volta.

Retroilluminazione

La retroilluminazione prevede il posizionamento di fonti di luce dietro gli oggetti per creare l’illusione della profondità. In genere si impiegano le strisce LED. Nel soggiorno, tra i luoghi in cui servirsi della retroilluminazione, citiamo le alcove, le parti inferiori di armadi o mobili, e soprattutto quelle retrostanti schermi o display se la vostra è una stanza high tech.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *